Tornano Ecomondo e Key Energy


Economia circolare ed efficienza energetica protagoniste da domani alla Fiera di Rimini. Fino a venerdì 9 novembre Italian Exhibition Group organizza Ecomondo e Key Energy: alle 10.30 sarà il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ad inaugurare le due rassegne, che occupano l’intero quartiere.

La 22a edizione di Ecomondo avrà il suo fulcro sul nuovo paradigma della circular economy che, grazie all’attuazione di normative e finanziamenti utili ad alimentarla, è ormai concetto imprescindibile dei processi industriali in tutti i Paesi più sviluppati. In contemporanea, la 12a edizione di Key Energy evidenzierà il business di settori strategici come la diffusione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica. In fiera, focus sul settore eolico, del fotovoltaico e dello storage, stimolati da una prospettiva di produzione di energia solare che in Italia dovrebbe triplicare al 2030 sulla spinta dei nuovi obiettivi dell’Unione Europea. Key Energy ospiterà anche la nuova edizione di Città Sostenibile, che abbraccia tutti i temi collegati al concetto di smart cities.

Insieme al Ministro Sergio Costa, all’inaugurazione in hall sud anche gli assessori all’ambiente Paola Gazzolo (Regione Emilia-Romagna) e Anna Montini (Comune di Rimini), insieme al presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni.

Subito dopo, via agli Stati Generali della Green Economy che in Sala Neri vedranno la sessione plenaria di apertura di un’edizione dedicata al tema dell’occupazione. Previsti i saluti di Ugo Ravanelli (CEO di Italian Exhibition Group) e dell’Assessore regionale Paola Gazzolo. A seguire, la Relazione 2018 sullo stato della green economy illustrata da Edo Ronchi (Consiglio Nazionale Green Economy) e l’atteso dibattito al quale interverranno Maria Alessandra Gallone (Membro Commissione permanente Territorio, ambiente, beni ambientali, Senato della Repubblica e Responsabile ambiente e territorio, Forza Italia), Patty L’Abbate (Membro Commissione permanente Territorio, ambiente, beni ambientali, Senato della Repubblica, Movimento 5 Stelle), Riccardo Pase (Presidente Commissione ambiente, Regione Lombardia, Lega) e Andrea Orlando (Membro Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici, Camera dei Deputati, Partito Democratico). Conclusioni di Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

L’Italia mostrerà a Ecomondo e Key Energy il suo volto di Paese virtuoso. L’indice di circolarità elaborato dalla Commissione UE vede il nostro Paese al secondo posto in Europa (dietro l’Olanda) nell’uso di materiali già utilizzati, con quasi 1 kg di materia prima proveniente da riciclo ogni 5 chili (18,5%) di materiali consumati. L’Italia è davanti alla Francia (17,8%) e al Belgio (16.9%). La media UE è all’11,4%.

L’Italia è all’avanguardia per il recupero dei rifiuti da imballaggio. Sono state infatti 8,8 milioni le tonnellate di rifiuti da imballo avviate a riciclo nel 2017, in crescita del 3,7% rispetto al 2016, a fronte di un immesso al consumo pari a 13,1 milioni di tonnellate (+2,8% sull’anno precedente). In totale, considerando anche la quota di imballaggi destinata a recupero energetico, nel 2017 10,2 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio sono state avviate a recupero complessivo (pari al 78% dell’immesso al consumo).

Secondo la Ellen Mc Arthur Foundation l’Europa potrebbe risparmiare, conseguendo gli obiettivi previsti al 2020 un risparmio di 640 miliardi di dollari sul costo di approvvigionamento di materia per il sistema manifatturiero europeo dei beni durevoli, il 20% circa del costo attuale. Secondo Enea, il beneficio per l’Italia con una forte spinta verso la circular economy potrebbe creare fino a 540mila posti di lavoro nei prossimi dieci anni.

Analogo volto per l’Italia sul fronte dell’efficienza energetica, che nel 2017 ha visto investiti 6,7 miliardi di euro, con incrementi continui e confermati anche nel primo semestre 2018.

Alla parte espositiva si affiancherà un calendario di oltre 200 eventi internazionali coordinati dai comitati scientifici presieduti dal Prof. Fabio Fava (Ecomondo) e dall’Ing. Gianni Silvestrini (Key Energy).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet