Torna il Bellaria Film Festival, tra la Londra anni ’80 e il cinema cubano


BELLARIA IGEA MARINA (RN), 29 MAG. 2009 – Un omaggio a Julien Temple – il regista dei più importanti video musicali degli anni ’80, da quelli di David Bowie ai Rolling Stones – e un’incursione nel cinema cubano di oggi e un ricordo di Paolo Pietrangeli in versione regista. Sono gli ingredienti principali della ventisettesima edizione del "Bellaria Film festival", in programma a Bellaria Igea Marina dal 2 al 6 giugno. Come tradizione, la rassegna si incrocerà con il "Biografilm festival" di Bologna che quest’anno ha scelto di celebrare Temple (presente sia a Bologna sia a Bellaria) proponendo documentari, film, videoclip e l’anteprima assoluta di "Liberty of Norton Folgate" insieme ai Madness, la band di musica ska di cui l’anno scorso il regista ha filmato tre concerti. In programma anche una retrospettiva sul cinema indipendente cubano con 19 documentari diretti da giovani cineasti su temi-tabù come l’omosessualità, l’emigrazione, la censura. Altri omaggi saranno dedicati a Pietrangeli, con la proiezione del film "I giorni cantati" che vede nel cast anche Mariangela Melato e Francesco Guccini, a Carmelo Bene – di cui saranno proiettati materiali rari e inediti tratti, fra gli altri, da "Romeo e Giulietta" e "Capricci" – e a Florestano Vancini, scomparso il 18 settembre scorso. L’edizione 2009 prevede inoltre tre concorsi: "Anteprimadoc" dedicato ai documentari italiani inediti, il premio "Casa rossa doc" per il regista del miglior documentario della precedente stagione e "Cortodoc" per i migliori film di non più di dieci minuti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet