Torna a casa Eleonora Calesini, 42 ore sotto le macerie


MONDAINO (RIMINI), 31 LUG 2009 – Ha emozionato mezzo mondo la storia del suo salvataggio, dopo ben 42 ore, dalle macerie del terremoto che sconvolto L’Aquila il 6 aprile scorso. Furono 42 ore di tensione e di paura. Ma Eleonora Calesini, 20 anni, di Mondaino (Rimini) era viva e i soccorritori l’hanno estratta alle 21.15 del 7 aprile dalle macerie dell’edificio di cinque piani crollato in via Poggio all’Aquila, dove viveva con altre studentesse.Adesso Eleonora, che ha subito due interventi molto delicati presso il reparto di chirurgia plastica e ricostruttiva dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico di Modena, sta meglio e può tornare a casa. Sarà quindi una grande festa quella che l’aspetta a Mondaino domenica prossima, 2 agosto, e sarà anche l’occasione per il conferimento della cittadinanza onoraria ai suoi soccorritori. Per festeggiare il suo rientro a casa, domenica dalle 19 tutto il paese di Mondaino si stringerà attorno a lei e alla sua famiglia. Ma il calore e l’affetto della comunità sarà rivolto anche a coloro i quali si sono adoperati per portare a termine i soccorsi. Il momento più toccante della serata, infatti, sarà il conferimento della cittadinanza onoraria e degli encomi solenni ai soccorritori che hanno contribuito al salvataggio. Tra le tante autorità civili e militari che prenderanno parte alla cerimonia, anche una delegazione in rappresentanza della Provincia dell’Aquila e dei Vigili del Fuoco.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet