Top Employer a Philip Morris


Philip Morris Italia e Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna hanno ricevuto la certificazione di ‘Top Employer’ rispettivamente per l’ottavo e il quarto anno consecutivo. La certificazione è il risultato di una valutazione indipendente realizzata dal Top Employers Institute, che ha conferito l’onorificenza a 35 affiliate di Philip Morris International in Europa, Medio Oriente, Africa e America Latina. Philip Morris Italia è stata premiata per l’eccellenza dimostrata in termini di programmi di sviluppo professionale, ambiente di lavoro e opportunità di avanzamento di carriera. Per Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna si tratta di un riconoscimento frutto di un processo che da anni mira alla creazione e alla sostenibilità di una cultura aziendale basata sull’eccellenza e sul rispetto delle persone. “Ci impegniamo per creare opportunità di carriera costruttive che permettano ai membri del nostro personale di sviluppare le proprie capacità in un ambiente aperto e diversificato, pur esplorando le proprie passioni”, ha commentato Paolo Le Pera, Direttore Risorse Umane dell’azienda in Italia. “Siamo orgogliosi di ricevere ancora una volta questa certificazione come riconoscimento dello stimolante ambiente di lavoro che si vive lavorando nella nostra società”. In Italia, il gruppo Philip Morris offre a una forza lavoro diversificata e internazionale programmi di sviluppo, continue iniziative di formazione, oltre a concrete possibilità di evoluzione della carriera. Lo scorso settembre, gli stabilimenti produttivi Bolognesi hanno visto l’inaugurazione del nuovo impianto produttivo nel Comune di Valsamoggia, frutto di un importante investimento che ha generato oltre 400 nuove assunzioni nel solo 2016 per la produzione dei cosiddetti prodotti a rischio ridotto, realizzati proprio nel bolognese per la commercializzazione su scala mondiale e già presenti in 20 mercati. Philip Morris International, leader internazionale nel settore del tabacco, conta tra i suoi dipendenti più di 80.000 persone in tutto il mondo.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet