Ticket, “l’aumento è minimo e solo per i non esenti”


BOLOGNA, 27 GEN. 2012 – "La decisione della Regione di aggiornare il nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, a decorrere dall’1 febbraio,  riguarda, è opportuno sottolinearlo, solo le persone non esenti". La precisazione relativa all’adeguamento deciso ieri dalla Regione arriva proprio dall’assessore alla sanità Carlo Lusenti, che ha ribadito anche come gli effetti sui cittadini interessati siano minimi: "l’aumento, da pochi centesimi a qualche euro – ha spiegato – si applica solo nei casi in cui la somma del valore di ciascun esame (tariffa) per ricetta di prescrizione, sia inferiore al ticket massimo di 36,15 euro previsto". "Siamo intervenuti – ha rilevato Lusenti – su un sistema tariffario fermo da oltre 15 anni: l’adeguamento delle tariffe, che le altre Regioni hanno via via incrementato in questi anni, ha riguardato solo alcune branche specialistiche (radiologia, laboratorio fisioterapia) le cui tariffe, in alcuni casi, non erano mai state aggiornate dal momento della loro introduzione agli inizi degli anni Novanta. Il nostro incremento ci pone ancora sotto la media dei valori tariffari delle altre Regioni". Nel frattempo il Forum delle Associazioni Familiari dell’Emilia-Romagna ha chiesto – in una nota – "un nuovo sistema di fasce di esenzione" con l’arrivo dei nuovi ticket, "preso atto della delibera della Giunta regionale in data 19 dicembre 2011 che prevede, con decorrenza 1 febbraio 2012, un sensibile aumento dei ticket relativi alle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale". Il Forum intende così ribadire "l’iniquità di un sistema di maggiorazioni basato unicamente sui redditi familiari lordi", evidenziato già nell’agosto scorso, e le proposte avanzate per "soluzioni alternative basate su un nuovo modello Isee che tenga conto della effettiva dimensione familiare e dei carichi di cura", sostenute "in maniera trasversale anche dalle varie forze politiche presenti in Regione", ma senza "alcun riscontro operativo" da parte della Giunta regionale, che ha risposto "anzi con questo nuovo aumento".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet