Terremoto, le ultime azioni di soccorso


11 GIU. 2012 30 POMPIERI DAL TRENTINO A ROLO – Trenta vigili del fuoco volontari delle Giudicarie, in Trentino, sono partiti alla volta di Rolo (Reggio Emilia) per dare il cambio ai colleghi nel lavoro di recupero delle forme di parmigiano da due magazzini danneggiati dal terremoto.CAPANNONI DISPONIBILI A MATERA – Confapi di Matera ha proposto alle Associazioni delle piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna di trasferire nei tanti "capannoni pressoché vuoti o inutilizzati" del Materano le produzioni bloccate in seguito alle scosse di terremoto di stanno interessando l’Emilia. DALLA CGIL SCUOLA VOLONTARI PER ATTIVITA’ DIDATTICHE – Garantire quella funzione di fucina di una comunità che ha la scuola. Creando spazi di socializzazione per bambini tra i tre e i quattordici anni nei paesi colpiti dal terremoto. E’ l’iniziativa ‘Insieme la scuola non crolla’ messa in campo dalla Federazione lavoratori della conoscenza della Cgil in collaborazione con l’Università di Bologna. L’idea è quella di creare spazi ad hoc di attività per i bambini, in particolare nei mesi di luglio ed agosto. Attività non improvvisate, ma curate da docenti e personale ata di tutta Italia che si metteranno volontariamente a disposizione per almeno una settimana insieme gli studenti della facoltà di scienze della formazione che potranno svolgere nelle tendopoli il loro tirocinio.DAI DIPENDENTI DEL COMUNE TRENTO UN’ORA DI STIPENDIO – I dipendenti del Comune di Trento hanno deciso di donare l’equivalente di un’ora del loro lavoro. Il totale raccolto verrà raddoppiato dal Comune.47 MILIONI DAL BILANCIO DELL’EMILIA ROMAGNA – Oltre 47 milioni per la ricostruzione post terremoto sono stati recuperati dalla Giunta dell’Emilia-Romagna con l’assestamento al bilancio regionale 2012. Si tratta di risorse straordinarie reperite senza aumentare la pressione fiscale, ma con risparmi e ottimizzazione nelle spese di gestione (10 milioni, due dei quali provenienti dall’Assemblea legislativa), dalla compartecipazione dell’ Emilia-Romagna alla lotta all’evasione fiscale (oltre 15, grazie alla collaborazione con l’Agenzia delle Entrate nella ricerca di contribuenti infedeli secondo la legge regionale 17/11) e dal recupero di economie su opere a compartecipazione pubblica (oltre 20 milioni).EATALY DEVOLVE LO SPUMANTE DELL’INAUGURAZIONE – Il Ferrari che sarebbe stato versato per il brindisi inaugurale di Eataly a Roma sarà messo in vendita e il ricavato destinato ai terremotati dell’Emilia. E’ la decisione presa assieme dalle Cantine Ferrari ed Eataly per il taglio del nastro, previsto per giovedì 14 giugno.DA CONFABITARE BOLOGNA 40 ALLOGGI – A dieci giorni dall’appello lanciato da Confabitare Bologna sono già una quarantina gli alloggi sfitti messi a disposizione da iscritti all’associazione per dare un tetto agli sfollati del terremoto. Gli appartamenti, tutti ovviamente gratuiti, arredati e usufruibili da subito, si trovano in gran parte a Bologna, ma non mancano alloggi nell’hinterland sull’Appennino, e sulla riviera adriatica’.ZUCCHERO AL CONCERTO DEL 25 GIUGNO -Zucchero conferma online la sua presenza al concerto benefico dedicato alle vittime del sisma in Emilia. "Cari tutti – scrive il bluesman sul suo sito ufficiale, su Facebook e su Twitter -, come sapete ho scritto il mio ultimo album Chocabeck e il mio libro ‘Il suono della domenica’ con l’Emilia nel cuore, con la ‘bassa’ nel cuore, e tutta la mia gente nel cuore. E ho portato le mie radici profonde in giro per il mondo. Sarò anch’io a Bologna allo stadio Dall’Ara il 25 di giugno".UNA CANZONE REGALO DA PARTE DEL MEI – Dal Piotta a Cisco, dagli Afterhours ai Quintorigo passando per i Sud Sound System, i 99 Posse e molti altri. Sono gli ‘indipendenti’ che hanno aderito all’appello del Mei, il meeting delle etichette indipendenti, per registrare un brano e così raccogliere fondi. Il brano si chiamerà ‘Ancora in piedi’, sarà distribuito da ‘Made in Etaly’ e uscirà per la Festa della musica del 21 giugno.DA AUSER E INTERSOS 100 TENDE – L’organizzazione umanitaria per l’emergenza Intersos e l’associazione di volontariato Auser hanno inviato cento tende da campo nell’area di Cavezzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet