Terremoto, la Cisl dice sìalla no tax area


MODENA, 21 GIU. 2012 – Anche la Cisl modenese si schiera a favore della creazione di una no tax area nei diciotto comuni della provincia colpiti dal terremoto. Secondo il segretario William Ballotta si tratterebbe di una delle soluzioni più efficaci per la ripresa delle attività sul territorio, perché nel contempo invoglierebbe a investire nella zona e allontanerebbe il pericolo di delocalizzazione o chiusura per le aziende danneggiate. Ma assieme all’esenzione fiscale, che dovrà riguardare anche Irap e Iva, la Cisl considera necessarie una drastica semplificazione delle procedure amministrative e una forte sinergia negli interventi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet