Terremoto, altri 19 milioni di euro in arrivo. Ma non bastano


BOLOGNA, 5 FEB. 2009 – Diciannove milioni di euro è lo stanziamento per l’emergenza terremoto di Parma e Reggio Emilia dello scorso dicembre approvato dalla commissione Ambiente del Senato su proposta della Lega Nord. L’emendamento è stato votato all’unanimità da maggioranza e opposizione. Questi 19 milioni di euro si aggiungono ai 15 milioni già stanziati dal governo poiché come era già emerso dalle prime stime i danni sono ingenti. Il primo utilizzo sarà per i fabbricati che il sisma ha reso inagibile.Secondo Albertina Soliani e Leana Pignedoli (Pd) l’emendamento della maggioranza va bene ma non basta. Le due senatrice lo sottolineano in una nota ricordando che, precedentemente, la Commissione avrebbe respinto gli emendamenti del Pd, “che prevedevano 30 milioni di euro"."I danni per il terremoto nel nostro territorio richiedono più risorse – conclude il comunicato – per il recupero dei fabbricati, la messa in sicurezza, la prevenzione. Le abitazioni private, gli edifici pubblici, le chiese, i castelli hanno bisogno di interventi tempestivi, completi, senza incertezze". Da qui la richiesta, annunciano le senatrici, di chiedere al Governo di reperire ulteriori risorse, quando il provvedimento arriverà in aula la prossima settimana.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet