A Tecnargilla di scena l’industria 4.0


Tecnargilla ai nastri di partenza: dal 26 al 30 settembre a Rimini si svolge la più importante fiera al mondo per la fornitura all’industria ceramica e del laterizio. E già il settore si sta muovendo. A due giorni dalla presentazione del piano Industria 4.0 da parte dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il settore meccano-ceramico non si fa trovare impreparato i per affrontare la nuova sfida verso la digitalizzazione totale della fabbrica.

La fabbrica intelligente, o smart factory, è caratterizzata da network di elementi interattivi in grado di rispondere in modo rapido ed efficace a criticità e sfide del mondo industriale, quali la riduzione del ciclo vita, flessibilità e personalizzazione dei prodotti, riduzione dei lotti e dei tempi di consegna.

La tecnologia assume quindi un ruolo prioritario nel gestire la complessità crescente dei processi industriali che necessitano di una riconfigurazione rapida per affrontare una domanda di mercato sempre più dinamica e in continua evoluzione.

Automazione spinta ai massimi livelli, manutenzione predittiva, teleassistenza, tracciabilità e logistica, interazione uomo-macchina, sono tutti segmenti su cui da tempo stanno lavorando primarie aziende espositrici in grado, già oggi, di offrire tecnologie rivoluzionarie per convertire il processo ceramico verso il cambiamento in atto.

La presenza in fiera di svariati casi applicativi concreti offre al pubblico l’opportunità di toccare con mano la possibilità di integrare tecnologie intelligenti nell’intero ciclo manifatturiero, dalla pressatura, allo stoccaggio e uscita forno, alla decorazione e controllo qualità, movimentazione e fine linea.

E SITI B&T Group presenterà ben 14 innovazioni legate ai temi di Industry 4.0 e del Green a Tecnargilla 2016, la fiera internazionale delle tecnologie e delle forniture all’industria ceramica organizzata da Rimini Fiera e Acimac, in programma dal 26 al 30 settembre.

“Lavoriamo da anni insieme alle aziende clienti – commenta Fabio Tarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di SITI B&T Group – verso la piena efficienza operativa, per stimolare la produttività, migliorare qualità e versatilità della linea, rimanere competitivi attraverso la gestione dei dati, il controllo di ogni fase del processo, l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. A Tecnargilla, presenteremo quattordici innovazioni che riguardano tutte le fasi del processo, dalla preparazione terre fino alla finitura delle piastrelle e dei sanitari. Siamo in grado di proporre una linea completa, interamente progettata e prodotta al nostro interno, con la massima attenzione a efficienza energetica e produttività”.

Quest’ultima evoluzione ha radici in un passato da precursori e anticipatori delle tendenze: SITI B&T, infatti, è stato il primo gruppo a lanciare il concetto di Smart Factory già nell’edizione 2012 di Tecnargilla. Con le proprie tecnologie predittive, proattive e performanti, il Gruppo guarda già avanti, gettando le basi verso l’evoluzione 5.0.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet