Tecnargilla design award, vince Mutant


Tecnargilla premia anche quest’anno le migliori idee e progetti innovativi finalizzati a un uso sempre più ampio e non convenzionale del materiale ceramico. Si sono tenute ieri le premiazioni dei vincitori del Tecnargilla Design Award, il concorso istituito da Acimac e Rimini Fiera per consacrare le ultime innovazioni tecnologiche applicate all’industria ceramica e del IED Lab Best Innovation Design Project iniziativa nata dalla storica collaborazione tra l’Istituto Europeo di Design di Milano e Acimac.

La quarta edizione del Tecnargilla Design Award, quest’anno incentrato sul tema “Luci e Ombre”, ha premiato il progetto Mutant di System per la sua capacità di rispondere in modo ottimale ai cinque requisiti richiesti dalla giuria esaminatrice ossia estetica, versatilità, commerciabilità, originalità e contenuto innovativo tecnologico.

L’evento ha visto la partecipazione di dodici aziende costruttrici di macchine e colorifici: Colorobbia Italia, Digital Design, Emar Impianti, Esmalglass Itaca, Esmaltes, LB Officine Meccaniche, Metco, Sacmi, Sertile, Surfaces, System Group e Torrecid Group.

A giudicare i progetti in mostra una giuria qualificata composta da direttori tecnici e creativi di aziende ceramiche, rivenditori di piastrelle ceramiche, designer e giornalisti.

A vincere il primo premio del concorso IED Lab è stato invece Guglielmo Urso, studente e tutor del master in Design Strategy presso l’Istituto Europeo di Design – Milano. Il progetto, dal titolo E-YE, è stato valutato come lungimirante e versatile. Si tratta di uno schermo sonoro che, grazie alla tecnologia conosciuta come eliminazione attiva del suono, diventa barriera invisibile per contrastare i rumori provenienti dall’esterno.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet