Tassa soggiorno, Riccione ci ripensa


A Riccione, il Comune sta lanciando tutta una serie di iniziative per promuovere il turismo anche ”fuori stagione” e, intanto, tiene ferma la tassa di soggiorno alle cifre del 2013. E ipotizza persino di abbandonarla. Il blocco dell’imposta è stato deciso dalla Giunta, che nel frattempo “sta lavorando per sbloccare la destinazione a cui è stata vincolata, ovvero il pagamento di un mutuo acceso dal Comune, dedicando gli introiti al sostegno di investimenti mirati al decoro urbano, alla promozione turistica e commerciale della città”, spiega il sindaco Renata Tosi. Quell’imposta, precisa, “è una tassa di scopo” e “stiamo lavorando alacremente perchè quanto incamerato venga messo a disposizione degli albergatori e delle categorie economiche di Riccione, con le quali intendiamo decidere se mantenerla ed eventualmente quali investimenti realizzare per supportare l’attività turistico-commerciale locale”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet