Taglio del nastro al Saie


Il Salone internazionale dell’edilizia e delle costruzioni si presenta al taglio del nastro alla Fiera di Bologna con dati alla mano che attestano i primi segnali contenuti di ripresa del settore, dopo anni di pesante crisi. Sono i dati del 24esimo Rapporto congiunturale previsionale del Cresme, il Centro ricerche economiche e sociali del mercato dell’edilizia, presentati proprio alla vigilia di Saie. Il tasso di crescita degli investimenti nel 2016 è del 2,2% con un’attesa per il 2017 del 2,6%. Non ci sono invece segnali positivi dalla nuova produzione residenziale che continua a frenare, nel 2016 il 74% del valore del mercato delle costruzioni è fatto di interventi sul patrimonio esistente. Riqualificazione urbana ed edilizia di sostituzione sono le sfide che il sistema delle costruzioni deve cogliere per rigenerare le città. Una strada indicata nel convegno di apertura della 52esima edizione di Saie dal titolo “Casa Italia, primo passo verso una filiera delle costruzioni 4.0” promosso da Saie e Associazione nazionale costruttori edili, a pochi giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge per la ricostruzione dopo il terremoto che ha colpito il Centro Italia

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet