Tagli S&P, tocca a Bolognae Emilia-Romagna


BOLOGNA, 30 GEN. 2012 – Dopo aver declassato l’Italia, facendola passare lo scorso 13 gennaio da A a BBB+, Standard and Poor’s ha ridotto oggi il rating di 13 enti locali. L’Emilia-Romagna è una delle sette regioni colpite e figura accanto al Comune di Bologna, a quelli di Roma, Milano, Firenze e Genova e alla Provincia di Roma. La decisione era attesa, dato che è costume dell’agenzia statunitense non assegnare agli enti locali un rating maggiore rispetto a quello sovrano del Paese cui appartengono. Sempre per questa ragione, anche tutti gli outlook sono negativi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet