Svizzera, Inghilterra e Germania scoprono l’Emilia


La scoperta del turismo dell’esperienza lungo la via Emilia tra Bologna, Modena e il territorio di Reggio Emilia è al centro di un educational tour, coordinato da Apt Servizi, in programma dal 28 al 31 maggio. L’eductour vede presenti quattro giornaliste di lingua tedesca, tre di loro provengono dalla Svizzera e una dalla Germania. I reporter scrivono per i periodici svizzeri “SonntagsZeitung” (quotidiano con 194mila copie di tiratura), “active live” (mensile di lifestyle, società, salute, cultura, viaggi e turismo – 34.000 copie); “Prestige” (quadrimestrale patinato di lifestyle e cultura – 30.500 copie); e per il quotidiano tedesco “Hamburgertagesblatt” (200.000 copie) e austriaco “Standard” (147.000 copie). Il tour inizierà nel pomeriggio di giovedì 28 maggio a Bologna con una passeggiata guidata (a tema “Bologna, città creativa musica Unesco”) che prevede la visita al Museo della Musica, all’Archiginnasio, ad una bottega di liutaio, alla sala – presso la biblioteca dell’Archiginnasio – detta dello Stabat Mater (in memoria della prima esecuzione, tenuta il 18 marzo 1842, dello Stabat Mater di Gioachino Rossini, sotto la direzione di Gaetano Donizetti).La giornata prevede anche la visita al Mercato di Mezzo (con le sue boutique enogastronomiche) e il coinvolgimento dei giornalisti in un corso dedicato alla preparazione delle tagliatelle alla bolognese. Venerdì 29 maggio i reporter raggiungeranno Modena con tappe ai musei Enzo Ferrari (MEF) e Pavarotti, alla nuova Galleria Estense (che riaprirà al pubblico proprio in questo giorno dopo tre anni di chiusura per i danni provocati dal terremoto del maggio 2012), ad un’Acetaia di Aceto Balsamico Tradizionale e al Mercato Albinelli. Dopo il pranzo a base di prodotti tipici è previsto un tour tra Modena e Reggio Emilia lungo la vecchia via Emilia a bordo di auto d’epoca. Il giorno dopo il programma prevede una visita a un produttore di Parmigiano Reggiano e al Castello di Canossa cui seguirà un’escursione a piedi lungo il “Sentiero Matilde” che collega Canossa a Ciano d’Enza. Nel pomeriggio è prevista la visita, a Quattro Castella, alle celebrazioni del corteo Matildico in programma il giorno dopo il 31 maggio. In questa giornata i giornalisti raggiungeranno Milano per fare una breve visita all’Expo e rientrare poi nei loro paesi. Una troupe della ZCZfilm, che produce per l’autorevole emittente tv inglese BBC, sarà in regione dal 26 al 29 maggio per realizzare riprese, con il coordinamento logistico di Apt Servizi, per un documentario in quattro parti dedicato al Rinascimento italiano, scritto e presentato da Waldemar Januszczak, per anni critico d’arte del quotidiano “The Guardian” e che ricopre oggi lo stesso incarico per il “Sunday Times”. A Bologna la troupe, martedì 26 maggio, riprenderà al Museo di San Petronio e al Museo Civico Medievale opere della scultrice bolognese del Cinquecento Properzia de’ Rossi; nella Chiesa di Santa Maria della Vita il gruppo scultoreo “Compianto del Cristo Morto” di Niccolò dell’Arca; e, nella Chiesa del Corpus Domini, detta anche “Chiesa della Santa”, il corpo incorrotto di Santa Caterina de’ Vigri (vissuta a Bologna nel 1400) fondatrice del primo monastero delle clarisse a Bologna. Il 27 maggio la troupe della BBC si sposterà a Ferrara – città del Rinascimento e Patrimonio Unesco – per effettuare riprese nella Pinacoteca, nella Chiesa del Gesù, nel Museo della Cattedrale e a Palazzo Schifanoia per spostarsi, giovedì 28 maggio, a Modena dove saranno girate immagini del Duomo romanico (Patrimonio Unesco con la Torre Civica e Piazza Grande) e, il giorno dopo, della chiesa di San Giovanni Battista e di San Francesco.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet