Super premio in Ferrari


Immancabile come il panettone, l’Albero e i baci sotto il vischio, arriva anche quest’anno il maxi premio di Natale per i dipendenti Ferrari: una rara costante, in tempi di ripresa lenta e contrazioni nei consumi. Tuttavia c’è dell’altro attorno ai 5mila euro circa che spettano a ciascun lavoratore del Cavallino Rampante: a comunicarlo è FIM CISL, particolarmente contenta di quanto ottenuto nel 2016 attraverso la trattativa per il contratto integrativo aziendale. Il premio di 5mila euro è infatti uno dei due in arrivo nel periodo natalizio, ovvero quello concordato con i sindacati, al quale si aggiungerà in base a indicatori economici un ulteriore premio di competitività aziendale. Il Segretario Generale Giorgio Uriti ha definito quello ottenuto in Ferrari un triplo successo, sommando al doppio premio le molte regolarizzazioni operate in un nuovo anno da record sul fronte commerciale: 172 milioni l’utile netto, contro i già eccellenti 141 milioni del 2015; un margine di profitto cresciuto dal 20 al 22%; e un indebitamento – figlio anche della presa in carico di parte dei debiti di FCA – ridotto da 763 milioni a meno di 600. Entro la fine dell’anno Ferrari avrà consegnato in tutto il 2016 circa 8mila vetture, con un fatturato di 3 miliardi. “La dimostrazione che la strada intrapresa è giusta” dice non Marchionne, ma la CISL, rifilando una stoccata a chi dava “giudizi negativi sulla spin off Ferrari da Fiat Chrysler”. Secondo Uriti il premio aziendale nella nuova formula, una volta a regime, supererà i 5mila euro di quest’anno e non di poco. Staremo a vedere.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet