Super Ferrari nel 2012:nove mesi da record


MARANELLO (MO), 7 NOV. 2012 – E’ una Ferrari da record quella dei primi 9 mesi del 2012. Lo dicono i dati di chiusura del terzo trimestre esaminati dal Cda: ricavi a 1.764 milioni di euro (+10%), 5.267 vetture (+6%), un utile ordinario di 232,8 milioni (+9,6%) e quello netto di 152,4 milioni (+7,6%), oltre a una posizione finanziaria industriale netta da 959 milioni, la migliore di sempre. I numeri sono positivi grazie ai risultati negli Usa (1.356 auto vendute, +16%), Gb (504, +37%), Germania (534, +9%), Grande Cina (566, +7%) e Giappone (214, +20%).La posizione finanziaria é da record pur avendo mantenuto investimenti sul prodotto estremamente elevati e con un flusso di cassa netto, generato nei primi nove mesi, che è stato pari a 251 milioni. Il cda giudica positivo il mix di prodotto con un aumento delle vendite delle vetture 12 cilindri del 22%, grazie al successo della FF, e dei modelli 8 cilindri, in particolare California 30 e 458 Spider. Così come nei due precedenti trimestri anche a fine settembre l’Italia si distingue per i risultati negativi: i primi nove mesi si chiudono con 238 vetture consegnate (-49%).E nel frattempo si registra una nuova entrata nel Board del Cavallino: Eddie Cue della Apple. Lo annuncia una nota in cui il presidente Luca di Montezemolo si dice "molto lieto che uno degli artefici dei prodotti rivoluzionari della Apple entri a far parte del Consiglio. La sua profonda esperienza nel dinamico e innovativo mondo di internet ci sarà di grande aiuto". Eddie Cue è Senior Vice President Internet Software e Service di Apple e ha la responsabilità del negozio online di contenuti che comprendono iTunes Store, App Store, Ibookstore così come di Siri, Mappe, iAid e del servizio di Apple iCloud. E’ entrato nell’azienda californiana 23 anni fa. "Sono molto felice e orgoglioso di far parte del board – ha commentato – E’ da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi".Unica nota negativa di questo sorprendente 2012 è il mercato italiano, dove – secondo Montezemolo – Ferrari è vittima dei pregiudizi verso i prodotti di altissima gamma. "I risultati confermano l’ottimo andamento della Ferrari praticamente in tutti i 60 Paesi in cui è presente malgrado la continua incertezza economica – ha commentato il presidente delle Rosse – Ancora una volta fa eccezione l’Italia dove assistiamo a un calo dovuto in parte alla crisi, ma anche a un clima ostile ai beni di lusso che sono stati e sono tuttora una risorsa importante per il Paese".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet