Suicida un agente della squadra mobile di Parma


PARMA, 21 GIU 2009 – Ci sarebbe una depressione causata da motivi personali dietro il gesto suicida di Roberto Devincenzi, agente in servizio presso la squadra mobile di Parma.L’uomo si è tolto la vita la scorsa notte lungo il greto del fiume Taro in provincia di Parma. A darne notizia è stata la stessa Questura in un comunicato. L’agente Roberto Devincenzi era nato a Borgo Val di Taro, in provincia di Parma, nel 1971. Risiedeva da tempo a Medesano, sempre nel Parmense, e avrebbe deciso per l’estremo gesto per un momento di depressione, determinato da vicende di natura personale. Nella Polizia di Stato era entrato il 21 luglio 1990 come agente ausiliario. Nel dicembre 1998 era stato promosso alla qualifica di sovrintendente. Dopo avere prestato servizio nel Reparto mobile di Milano e nel Compartimento Polfer di Torino, dal 1993 era rientrato a Parma in servizio presso la Questura dove, nell’agosto 2007, era stato assegnato alla Squadra Mobile. Alla famiglia in queste ore sono giunte le condoglianze del Questore, dei funzionari e di tutto il personale della Polizia della Provincia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet