Stele sfregiata a Modena, il Comune parte lesa


MODENA, 4 GEN. 2011 – Il Comune di Modena si è costituito parte lesa nei confronti dei responsabili dell’atto vandalico che, nella notte di San Silvestro, ha preso di mira la stele eretta nel parco dedicato alle vittime dell’Olocausto. L’atto formale, indirizzato al procuratore della Repubblica presso il nostro tribunale, è stato depositato oggi dal sindaco Giorgio Pighi.Come vi abbiamo raccontato, la stele è stata colpita a martellate nella notte dell’ultimo dell’anno. Era stata inaugurata nel gennaio del 2004 e già nel marzo di quello stesso anno era stata presa di mira dai vandali. Riparata una prima volta, il Comune aveva voluto aggiungere una targa che ricordava il gesto di odio razziale. La notte di San Silvestro anche la piccola targa è stata divelta a colpi di mazzetta da muratore.Intanto dal servizio manutenzione del Comune arriva la conferma che l’ennesima riparazione del piccolo monumento avverrà entro il prossimo 27 gennaio, Giornata della memoria. Il restauro non potrà avvenire per intero – dicono i tecnici che proprio oggi hanno preso in carico i frammenti raccolti dalla polizia nella notte di San Silvestro ed esaminati dagli esperti della Digos nei giorni scorsi – in quanto la stele è stata notevolmente frantumata. Sarà comunque ricomposta lasciando ben visibili i segni dell’atto vandalico.L’Amministrazione sta inoltre valutando eventuali soluzioni per evitare che episodi analoghi si possano ripetere. Già in precedenza era stato deciso di ricoprirla con una guaina di plexiglass, cosa però che non ha fermato il vandali dell’ultimo dell’anno, ma ha comunque evitato che il piccolo monumento si disperdesse in briciole.  

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet