Start Cup 2015, in 30 superano le selezioni


Delle oltre 100 imprese iscritte alla Start Cup 2015, sono 30 quelle che superano le selezioni e accedono alla fase del “Tech meeting”, provenienti soprattutto dalle provincie di Bologna (9), Piacenza (6) e Reggio Emilia (5). Entra così nel vivo la competizione che premia i migliori progetti d’impresa promossa in Emilia-Romagna da Aster, consorzio regionale per l’innovazione e la ricerca industriale, in collaborazione con le Università presenti sul territorio. I 5 migliori progetti imprenditoriali della sezione giovani, aperta agli studenti delle scuole superiori della regione, accederanno invece direttamente alla Tech Week prevista in settembre. Rappresentate al Tech meeting anche le province Ravenna e Ferrara, con 3 startup ognuna, e con un partecipante a testa quelle Modena, Ferrara, Parma e Forlì-Cesena. “La novità di quest’anno – spiega Sara Monesi, responsabile area creazione di impresa di Aster – è proprio che le idee di impresa partecipanti alla Start Cup non sono focalizzate solo su ICT web e social, ma anche sulla salvaguardia dell’ambiente. Non sono pochi inoltre i progetti dedicati all’alimentazione, al miglioramento della qualità della vita e alla lotta allo spreco in generale. Anche nella sezione giovani – prosegue Monesi – sono state presentate idee di impresa molto interessanti, che testimoniano un grande sensibilità alle tematiche della tutela ambientale da parte delle nuove generazioni. I progetti dei ragazzi dimostrano inoltre di avere un buon livello di concretezza e una buona capacità di focalizzarsi sulle esigenze del mercato”. I 30 progetti d’impresa selezionati parteciperanno a una due giorni di lavoro (dal 23 al 25 giugno) negli spazi delle Serre dei Giardini Margherita di Bologna, il nuovo incubatore cittadino, per approfondire e “mettere alla prova” la propria idea d’impresa con esperti e consulenti di livello nazionale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet