Squinzi su emergenza Grexit


L’emergenza Grexit sta raggiungendo livelli di tensione sempre più alti e pericolosi sull’asse Atene-Bruxelles: la Grecia non ha pagato entro il termine del 30 giugno la rata del Fondo Monetario Internazionale dimostrandosi così insolvente ed esponendo il paese al rischio del fallimento. Il popolo greco si divide tra europeisti e antieuropeisti in vista del referendum di domenica, mentre il premier Tsipras, in queste ore frenetiche, è pronto a reintavolare una trattativa con l’eurogruppo per un terzo piano di aiuti. Una situazione intricata e difficile, commentata dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, intervenuto a Scandiano al workshop del Sassuolo Calcio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet