Squinzi al taglio del nastro del Saie


Negli ultimi anni il sistema italiano delle costruzioni ha registrato una contrazione di oltre il 28% con una perdita di 650mila posti di lavoro. E’ cresciuta invece la domanda per le ristrutturazioni: in tutto il Paese sono circa 13,6 milioni gli edifici da recuperare e, per rispettare i piani europei, in Italia si dovrebbero recuperare 1500 abitazioni al giorno. Con questi numeri e obiettivi è stato inaugurato a BolognaFiere, Saie Smart House, il salone dell’edilizia giunto alla 51esima edizione. Al taglio del nastro ha partecipato anche il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. Dal Saie il numero uno degli industriali, dopo le bordate dei giorni scorsi, tende ora la mano ai sindacati affinché si possano riprendere le trattative sull’istituto contrattuale. L’importante è garantire delle linee guida che diano maggiore uniformità. Fino a sabato saranno protagonisti al Saie, nei dieci padiglioni della Fiera, 1038 espositori, di cui 127 stranieri, 23 Centri di ricerca universitari e buyers internazionali provenienti da 15 paesi. Numeri che provano la voglia di ripartire risollevandosi dalla crisi.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet