Spettacolare Rossi, vittoria impossibile


14 GIU 2009 – Una vittoria impossibile, forse la più bella delle 99 che Valentino Rossi ha messo a segno in MotoGP, frutto di un sorpasso neanche ipotizzabile per qualsiasi altro pilota. Il Dottore torna così in testa alla classifica mondiale, agguantando a quota 106 sia lo sconfitto Jorge Lorenzo che Casey Stoner, oggi terzo al traguardo con la sua Ducati. Classifica azzerata, dunque, dopo le prime sei gare di campionato, che i tre protagonisti si sono equamente spartiti con due vittorie a testa. Ma l’impressione, dopo il weekend catalano, è che contro un Rossi così in forma, che ha ricordato il cannibale di qualche anno fa, non ci può essere storia.LA GARA Come da previsione della vigilia, la gara si corre in condizioni climatiche eccellenti, con temperature altissime che costringono tutti i team a montare gomme dure. Rossi guida la corsa fin dal 2° giro, tallonato dal compagno di squadra e da Stoner, che però riesce a tenere il ritmo delle due Yamaha solo fino al nono giro. Dietro inseguono da lontano i due italiani Dovizioso e Capirossi, insieme all’acciaccato Pedrosa. La bagarre porterà i due italiani a chiudere in quarta e quinta posizione. Va male invece a Marco Melandri, penalizzato dal caldo eccessivo che mette in difficoltà la sua Kawasaki, che si piazzerà 14mo.La lotta per la vittoria diventa presto un affare a due tra il padrone di casa Jorge Lorenzo, catalano e tifoso del Barcellona, e il campione del mondo di Tavullia. Rossi mantiene la testa della corsa fino al 12°, quando si lascia passare per poter studiare il suo avversario. Sempre attaccati, i due piloti sembrano aspettare gli ultimi giri per cominciare la battaglia vera. A tre giri dalla fine Rossi torna in testa, poi, un giro dopo, con una superba staccata all’esterno in fondo al rettilineo riesce a difendersi dall’attacco di Lorenzo. Attacco che però va a buon fine all’ultimo giro, nello stesso punto. Rossi non ci sta e sorpassa all’interno a metà giro, nell’ultimo punto del circuito disponibile, ma va largo e cede di nuovo la testa della corsa allo spagnolo. Gara finita, sembrerebbe. Invece no: Rossi all’ultima curva s’infila a una velocità incredibile in uno spazio minuscolo, rimane in piedi e esce sul rettilineo davanti a Lorenzo. Un sorpasso che chi ama il motociclismo non può che ritenere un capolavoro. COSI’ AL TRAGUARDO1.Rossi 2.Lorenzo 3.Stoner 4.Dovizioso 5.Capirossi 6.Pedrosa 7.Edwards 8.De PunietLA CLASSIFICA MONDIALERossi, Stoner e Lorenzo: 106 punti. Dovizioso: 69. Pedrosa: 67

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet