Spegnere gli sprechi e accendere gli investimenti


MODENA, 14 FEB. 2011 – Illuminarsi di meno e investire di più nel risparmio e nelle fonti alternative. E’ la filosofia della Provincia di Modena per il suo nuovo piano energetico che prevede un milione di euro all’anno per tre anni da destinare alle imprese. Un fondo al quale possono attingere le aziende interessate alle tecnologie verdi e a riqualificarsi dal punto di vista energetico e delle proprie emissioni di Co2.Il Piano energetico provinciale è ancora in discussione, ma l’annuncio dell’iniezione di risorse per le imprese è stato dato oggi durante la presentazione delle iniziative previste per l’edizione 2011 di ‘Mi illumino di meno’, alla la Provincia di Modena aderisce anche quest’anno. "Le nuove tecnologie verdi – ha sottolineato Stefano Vaccari, assessore all’ambiente – rappresentano una una nuova idea di sviluppo per uscire da questa crisi. Risparmio energetico e nuove energie rinnovabili sono il futuro anche della nostra economia, per questo partiamo con un’azione di stimolo rivolto alle imprese che credono in questa scommessa".Tra le altre proposte in discussione da inserire nel Piano spiccano la promozione di percorsi casa-lavoro in “car pooling” utilizzando auto elettriche con il coinvolgimento delle aziende interessate, l’apertura di uno sportello energia provinciale dove i cittadini potranno ottenere informazioni su come migliorare il risparmio energetico della propria abitazione e la promozione di protocolli d’intesa con i Comuni per introdurre nei piani urbanistici misure per migliorare gli standard minimi di legge sul risparmio energetico.Tra le altre idee figurano l’individuazione di metodi per rendere più efficiente il trasporto merci a corto raggio, una campagna di comunicazione sulla certificazione e i consumi energetici degli edifici, la creazione di un Osservatorio provinciale sull’energia e l’allargamento del Patto dei sindaci a tutti i Comuni modenesi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet