AFGHANISTAN: UCCISO UN PARACADUTISTA ITALIANO, TRE FERITI


14 LUG 2009 – Un paracadutista italiano della Brigata Folgore è rimasto ucciso e altri tre sono stati feriti in Afghanistan, a circa 50 chilometri dalla città di Farah. La vittima è il primo caporal maggiore Alessandro Di Lisio, di Campobasso. Aveva 25 anni.La pattuglia della Folgore e del Primo Reggimento Bersaglieri è stata colpita dall’esplosione di una bomba lungo la strada, che ha distrutto il primo mezzo della colonna: Di Lisio è morto dopo essere stato portato all’ospedale militare di Farah, mentre tre suoi colleghi sono rimasti feriti. La notizia è stata diffusa con un comunicato dal Regional Comand West delle forze internazionali. IL CORDOGLIO DI ERRANIIn un messaggio Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni e governatore dell’Emilia-Romagna, ha detto: "A nome delle Regioni italiane, esprimo cordoglio e la nostra profonda partecipazione al dolore per il paracadutista caduto nel corso della missione di pace in Afghanistan e per gli altri militari feriti".   

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet