Sorin: 20 milioni per partecipazione in Respicadia


Sorin Group, leader nell’ambito dei dispositivi medicali per il trattamento delle patologie cardiovascolari, ha acquisito per 20 milioni di dollari statunitensi una partecipazione di minoranza in Respicardia, con sede a Minneapolis, Minnesota (Stati Uniti), che sviluppa dispositivi impiantabili per migliorare la gestione del ritmo repiratorio (c.d. Respiratory Rhythm ManagementTM). Secondo i termini dell’accordo, Sorin ha anche acquisito il diritto esclusivo per la distribuzione del Sistema remedē per i prossimi cinque anni in alcuni selezionati paesi europei e un’opzione per acquisire in futuro la società. Respicardia ha sviluppato il primo dispositivo completamente impiantabile per il trattamento dell’apnea centrale del sonno (CSA). Il Sistema remedē è un dispositivo simile al pacemaker, in grado di erogare impulsi elettrici al nervo frenico attraverso un elettrocatetere transvenoso impiantabile che consente di ripristinare una respirazione più naturale e meno disturbata. Il Sistema remedē® ha ottenuto il marchio CE nel 2010 ed è attualmente in corso lo studio clinico randomizzato IDE (Investigational Device Exemption) ai fini dell’approvazione FDA. L’investimento iniziale di Sorin, pari a 20 milioni di dollari statunitensi, servirà a finanziare gli studi clinici. L’apnea centrale del sonno (CSA) è un disturbo del sonno caratterizzato da una respirazione anormale che influenza negativamente la salute cardiovascolare del paziente. La CSA è una malattia sottotrattata che colpisce oltre cinque milioni di persone in tutto il mondo. Oltre un terzo dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca soffrono di CSA, e per molti di loro questa condizione comporta un peggioramento dell’insufficienza cardiaca e aumenta il rischio di mortalità. Oggi si avverte la forte necessità di trovare soluzioni migliori per il trattamento dei pazienti affetti da CSA. “Sorin Group è lieta di sostenere, attraverso questa partnership con Respicardia, lo sviluppo e la commercializzazione di una tecnologia innovativa che ha il potenziale per rivoluzionare il trattamento dei pazienti che soffrono di apnea centrale del sonno,” ha dichiarato André-Michel Ballester, Amministratore Delegato di Sorin Group, “Insieme ai nostri dispositivi CRM e alla piattaforma di neuromodulazione in sviluppo, questo investimento conferma il nostro impegno a sviluppare soluzioni innovative per i pazienti affetti da scompenso cardiaco.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet