Smau a Berlino, 40 startup italiane per business in Germania


L’innovazione italiana torna a Berlino, con 40 startup, per rinnovare il business delle imprese
tedesche, nei principali settori produttivi. Il presidente di Smau Pierantonio Macola, da ieri sera nella capitale tedesca, per la quarta edizione “Smau-Italy RestartsUP”, ospite dell’ambasciata italiana guidata da Pietro Benassi, ha spiegato all’ANSA il pregio di questo incontro italo-tedesco: “La Germania ha concentrato a Berlino il vivaio delle startup. Berlino era in cerca di un suo destino, e qui è stato concentrato lo stock di innovazione. Cinque, sei anni fa sono approdati in questa città anche gli acceleratori delle grandi imprese in cerca di innovazione. Questa è diventata un’area specializzata nella ricerca e sviluppo a carico della startup.
Noi siamo qui, perché quando colossi come Deutsche Bank, Porsche vogliono guardare al di fuori dei confini delle loro imprese hanno bisogno di agganciare anche il sistema italiano, che è una somma di eccellenze che riguarda tutte le regioni italiane”. A Berlino, nella tre giorni dedicata all’evento, si presentano 40 startup italiane, operative in diversi settori, dall’Industry 4.0 al Fashion&Design dal FinTech&InsurTech fino alle Smart City e al Life Science. Le startup selezionate provengono da Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Trentino e Sicilia. E oggi, a Palazzo Italia, si presenteranno a imprese e innovatori tedeschi.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet