Smart working con Crédit Agricole


Il gruppo bancario Crédit Agricole Italia apre allo ‘smart working’, il modo di lavorare flessibile che scardina lo svolgimento delle attività dalla sede fisica dell’ufficio e ha come primo riflesso la riduzione della Co2 prodotta, potenzialmente al 2019 potrebbe superare le 371 tonnellate/anno. I dipendenti del gruppo infatti potranno lavorare da casa o da un hub aziendale vicino alla sede di residenza grazie ad una dotazione di strumenti tecnici innovativi (hardware e software) che facilitano l’interazione con i colleghi in ufficio e lo svolgimento delle riunioni a distanza. Da progetto pilota nel 2016 oggi viene esteso a tutti i colleghi delle direzioni centrali e delle strutture di supporto alla rete, interessando un bacino di circa 2500 dipendenti. Quelli che hanno già aderito sono 200

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet