Siti B&T Group, 173 milioni di ricavi


Siti B&T Group chiude l’esercizio 2013 con 173 milioni di euro di ricavi consolidati e registra un aumento del 14,5% sull’anno precedente confermando un trend che ha visto crescere il fatturato consolidato del Gruppo del 75,7% dal 2010 ad oggi. In crescita la marginalità, con l’EBITDA aumentato del 17% rispetto al 2012, per un valore del 12,1% sul fatturato. L’EBIT si incrementa del 28,9% rispetto al 2012. Il risultato prima delle imposte raddoppia rispetto all’anno precedente e si attesta a 11,8 milioni di euro. La posizione finanziaria netta del Gruppo migliora di 22,7 milioni di euro anche grazie ad una forte riduzione del Capitale Circolante Netto.

 

Il Gruppo, che investe ogni anno il 3% del fatturato in Ricerca & Sviluppo, ha registrato una quota di export superiore al 80%. Fabio Tarozzi, Amministratore delegato del Gruppo SITI B&T, ha commentato: “Questa performance dimostra ancora una volta che il Gruppo gode di ottima salute, è la conferma che siamo sulla strada giusta e che, grazie alle competenze, alla tenacia e alle scelte che ci hanno portato qui, possiamo guardare avanti con ancora grande fiducia. I risultati finanziari del 2013 supporteranno le spese per nuove tecnologie, investimenti nella capacità produttiva e apertura di nuove sedi estere”. L’internazionalizzazione e l’innovazione si confermano elementi caratterizzanti la strategia di crescita. Nel corso del 2013 gli importanti investimenti in nuovi prodotti hanno mantenuto grande attenzione agli aspetti ambientali e ai consumi energetici.

 

La divisione Ceramica si è particolarmente distinta per lo sviluppo di macchine termiche a basso impatto ambientale che riducono i costi del combustibile fino al 30%, presse EVO completamente rinnovate con soluzioni che aumentano la produttività e la qualità e macchine digitali EVOlve di nuova generazione per la linea di decorazione (EVOcore, EVOMoving, EVOdryfix) e dedicate ai grandi formati sviluppate da Projecta Engineering di Fiorano. La divisione Sanitari si è distinta per l’innovativa gamma di presse Circle e Cubic per il colaggio ad alta pressione e le tecnologie esclusive del nuovo reparto di produzione degli stampi in resina installate presso i maggiori produttori mondiali. La divisione Robotica, costituita dai brand SIR (Soluzioni Industriali Robotizzate) di Modena e B&T Automation, si è distinta per un incremento del fatturato del 26% grazie a soluzioni personalizzate e di elevata automazione per primarie aziende internazionali sia occidentali che di paesi emergenti.

 

Il Customer Service ha consolidato i volumi grazie allo sviluppo della rete di service internazionale, che ha visto l’apertura delle filiali in India e Indonesia e l’imminente apertura in Stati Uniti, Germania, Egitto e Brasile. Conto alla rovescia inoltre per l’apertura della nuova “Eco Friendly Factory” di Gaoming in Cina. Uno stabilimento ad alta efficienza energetica per la produzione di tecnologie di qualità per gli importanti mercati asiatici. La conferma dei volumi d’affari e i miglioramenti della marginalità hanno consentito al Consiglio di Amministrazione di deliberare un nuovo e ambizioso piano di investimenti focalizzato sull’internazionalizzazione e la ricerca. Il Gruppo Siti B&T si appresta ad affrontare, nel solo esercizio 2014, investimenti per oltre 5 milioni di euro per nuove macchine “green” a maggior efficienza energetica e linee di produzione di lastre ceramiche di grandi formati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet