Sisma, Unipol consegnaa Errani 1,1 milioni


BOLOGNA, 1 MAR. 2013 – Grazie a una raccolta fondi avviata subito dopo il sisma dello scorso maggio fra i dipendenti e gli agenti del gruppo, Unipol ha raccolto 1 milione e 108 mila euro a sostegno delle popolazioni colpite. E oggi, per mano del presidente Pierluigi Stefanini e dell’amministratore delegato Carlo Cimbri, ha consegnato la somma al governatore della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani. Ma in questi mesi Unipol ha avviato anche altre attività per alleviare le sofferenze della gente e delle imprese toccate duramente dal terremoto. Tra i diversi interventi compiuti, dal gruppo assicurativo e finanziario, la creazione di una ‘task force’ liquidativa dedicata ai clienti assicurati per una rapida perizia dei danni, il supporto della messa in opera di interventi di salvataggio e l’anticipo di indennizzi; l’impegno per consentire ai clienti danneggiati di riprendere l’attività lavorativa al più presto; il supporto prestato per la velocità nella liquidazione dei sinistri (il 60% degli importi sono stati definiti e liquidati entro la fine dello stesso esercizio). Sul fronte delle assicurazioni auto, ancora, è stato applicato il blocco dei prezzi, una riduzione della tariffa del 10% per i clienti più colpiti (sia per il rinnovo che per la nuova produzione) e l’aumento del periodo di mora per il pagamento del premio mentre sul bancario Unipol Banca ha stanziato due plafond per complessivi 25 milioni di euro (sotto forma di finanziamenti a tasso agevolato per famiglie, operatori economici e imprese) ed è stato sospeso automaticamente il pagamento delle rate relative a 2.926 finanziamenti tra il 30 giugno e il 30 novembre 2012. Sul versante immobiliare, Unipol ha messo a disposizione delle aziende clienti il proprio fabbricato di Crespellano, nel Bolognese, e fornito tre container-uffici per garantire l’operatività delle filiali a Mirandola e Finale Emilia. "Il lavoro svolto – ha osservato il presidente di Unipol, Pierluigi Stefanini – testimonia il legame che c’é tra il gruppo e il territorio. Vogliamo inoltre sottolineare il riconoscimento del lavoro" compiuto dal il commissario straordinario all’emergenza, il presidente dell’Emilia-Romagna, Vasco Errani, "un lavoro importante e significativo nei rapporti con il Governo e a livello internazionale". Le risorse raccolte saranno impiegate per interventi individuati di concerto con le organizzazioni sindacali, gli agenti del gruppo e la presidenza della Regione. "E’ una giornata importante, una donazione significativa di Unipol che sta dentro a un contributo di solidarietà che è stato molto forte – ha sottolineato il presidente emiliano-romagnolo, Errani -: questa donazione noi proponiamo sia destinata alla Casa della Salute di Finale Emilia all’interno a un investimento più significativo". Poi, ha proseguito, "Unipol, i dipendenti, la direzione vedranno se accogliere questa proposta. Metteremo questa donazione su Open Ricostruzione il sito dove, per la prima volta in Italia, si seguono tutte le donazioni. Dunque – ha chiosato Errani – il lavoro continua".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet