Sisma, un vademecum per evitare spese inutili


© Trc25 SET. 2012 – Alla Federconsumatori, la cartella “Terremoto” è piena. Di segnalazioni, soprattutto. Ma anche dei dubbi di chi si vede comunque recapitare le bollette di acqua, luce, gas e rifiuti delle case di cui, purtroppo, non può o non ha potuto godere negli ultimi mesi. E di chi sulla propria casa, o su altri beni danneggiati dal sisma, aveva sottoscritto mutui o finanziamenti. I fondi per l’autonoma sistemazione, finalmente, sembrano in arrivo: lo ha detto il Governatore Vasco Errani, che ha fissato la scadenza ufficiale dei contributi promessi a lunedì prossimo.Nel frattempo il “Vademecum” – realizzato da tutte le associazioni dei consumatori nazionali e locali – offre risposte pratiche su come evitare di spendere soldi che non sono dovuti: un manuale di sole quattro pagine, che offre le prime risposte. Federconsumatori rivolge i propri appelli e le proprie pressioni non soltanto alle multiutility dell’energia e al settore immobiliare, ma anche alle compagnie telefoniche che si stanno dimostrando disponibili alla collaborazione. Telecom, ad esempio, permette di congelare il canone della telefonia fissa ove essa non è fruibile. La situazione migliora sensibilmente ma le segnalazioni, da parte dei terremotati, sono ancora tante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet