Sisma, si va versola proroga dell’emergenza


BOLOGNA, 17 APR. 2013 – Proroga al 31 dicembre 2014 dello stato di emergenza ed estensione a tutto il 2013 del prestito senza interessi alle imprese per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e assistenziali, premi per l’assicurazione obbligatoria.Dopo l’incontro di ieri tra la Regione e il Governo, è atteso nei prossimi giorni, al primo consiglio dei ministri utile, il decreto che prolungherà lo stato d’emergenza fino al 31 dicembre 2014. Tra i risultati dell’incontro anche lo sblocco dei finanziamenti al bando per la ricerca espressamente rivolto alle imprese dell’area colpita dal terremoto per il rilancio dei settori più colpiti, a partire da quella del biomedicale. Il bando potrà contare su risorse pari a 42 milioni di euro. Per quanto riguarda invece il pagamento di tributi, contributi e premi assicurativi, il decreto dovrebbe permettere di replicare anche per il 2013 la possibilità già prevista per il 2012, di richiedere alle banche un prestito, con interessi e garanzie a carico dello Stato, da restituire a rate in due anni.Ad oggi ammontano complessivamente a oltre 90 milioni di euro le risorse relative alle richieste presentate per i contributi della ricostruzioni di case ed imprese colpite dal sisma. Le unità abitative coinvolte nelle pratiche accettate ammontano a 2.980, per un totale di 5.259 abitanti. Invece, per quanto attiene alle imprese le richieste di contributo sono 71 per circa 65 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet