Sisma, niente proroga tasse


© Trc5 OTT. 2012 – La proroga c’è stata ma ha deluso, e non poco, le attese dei terremotati emiliani. Molti dei quali, ieri sera, appena le prime notizie sono trapelate da Roma, si sono scatenati su Facebook. Tanti i commenti, ma il succo era sempre quello: terremotati di serie B, come dire: due pesi due misure, con il riferimento, fin troppo esplicito, al sisma dell’Aquila. Nessuna intenzione di contestare quanto elargito ai terremotati abruzzesi, solo una constatazione di come stanno andando le cose qui in Emilia.Ieri sera, infatti, il Consiglio dei Ministri ha approvato una ulteriore proroga per il pagamento delle tasse per i cittadini colpiti dal terremoto. Ma la nuova data di scadenza non è giugno 2013, come tra l’altro chiesto dal Presidente Errani, ma il 16 dicembre 2012, ovvero solo 15 giorni di tempo in più rispetto al precedente termine. I nuovi provvedimento varati prevedono inoltre l’esclusione dall’applicazione per il 2012 e il 2013 delle norme di spending review, la disapplicazione delle sanzioni per il mancato rispetto del patto di stabilità 2011 a favore dei Comuni colpiti dal sisma e la legiferazione del protocollo d’intesa tra il Ministro dell’economia e i Presidenti delle tre Regioni (Emilia Romagna, Lombardia e Veneto). Un provvedimento quest’ultimo, precisano da Palazzo Chigi, che consentirà la rapida attuazione dei contributi destinati ai cittadini e alle imprese per la ricostruzione.Inoltre, viene stabilito che le imprese che hanno subito danni potranno accedere, con gli stessi meccanismi, ad un finanziamento statale, senza oneri, per far fronte ai versamenti dovuti dal 1 dicembre 2012 al 30 giugno 2013. Confermato, inoltre, il fatto che per le abitazioni inagibili a causa del terremoto, l’Imu per il 2013 non dovrà essere versata.Delusione da parte dei terremotati e della politica. Ma non tutto è perduto: la prossima settimana arriverà in aula a Montecitorio la delega fiscale. Sarà quella l’occasione per far valere le ragioni dei territori colpiti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet