Sisma in Emilia, le ultime iniziative di aiuti


23 MAG. 2012 – L’emergenza terremoto potrà contare anche su due milioni in arrivo dall’Ufficio di presidenza dell’Assemblea legislatica dell’Emilia-Romagna. Si tratta di risorse ricavate da una riduzione dei costi di funzionamento, dai tagli alle indennità dei consiglieri e dalla razionalizzazione della spesa. Un contributo che si aggiunge ad altri già stanziati dalla Regione.- Poste Italiane ha attivato da oggi degli uffici postali mobili. Possono usufruirne i cittadini di Sant’Agostino (Fe), San Felice Panaro (Mo), San Giacomo Roncole (Mo), Finale Emilia (Mo). Da domani sarà operativo un ufficio postale mobile anche a Mirandola (Mo). Negli uffici postali mobili è possibile avere accesso a tutti i servizi, tra cui prelevare e consegnare contante, ritirare la pensione, incassare vaglia postali, ecc.- Il Gruppo Cariparma-Credit Agricole ha stanziato un plafond di 50 milioni di euro destinato a sostenere sia i privati sia le imprese colpite, attraverso finanziamenti a condizioni agevolate. Il plafond verrà attivato in funzione delle richieste che saranno avanzate presso i Comuni. Un plafond speciale di 40 milioni è stato messo a disposizione anche dal Banco Popolare attraverso le 185 filiali del Banco S.Geminiano e S.Prospero, comprese le sette danneggiate dal terremoto.- Unipol Banca, per favorire famiglie ed operatori economici delle province di Ferrara, Modena e Bologna che hanno subito danni, ha stanziato un plafond rinnovabile di 15 milioni di euro a tasso particolarmente agevolato, senza spese di istruttoria né di estinzione anticipata, per finanziamenti a breve o medio termine. Saranno inoltre finanziati il riacquisto delle scorte ed ogni ulteriore danno riconducibile al sisma. Unipol Banca valuterà inoltre moratorie fino a 12 mesi sulle rate dei mutui.- La Protezione civile del Piemonte ha inviato questa mattina la Farmacia Mobile del Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione Civile di Cuneo, a Finale Emilia. – La Provincia di Ferrara ha stanziato 250.000 euro per i primi interventi da effettuare sul Castello Estense, nelle scuole secondarie di secondo grado e sulla viabilità provinciale. Su quest’ultimo fronte l’intervento principale riguarda la riapertura al traffico della Cispadana da San Carlo a Sant’Agostino. Nel tratto di strada provinciale la scossa ha causato l’abbassamento di circa 50 centimetri delle rampe del ponte situato fra le due località.- Enel ha sospeso, nelle zone terremotate dell’Emilia, le azioni di sollecito e di recupero dei crediti nei confronti dei clienti in difficoltà. Il Gruppo sta individuando ulteriori azioni tra cui la proroga dei termini di pagamento per le bollette, già emesse o in via di emissione, per i clienti residenti nei comuni del bolognese colpiti dal sisma e la sospensione delle azioni di sollecito e di recupero credito per quelle famiglie o imprese che abbiano subito danni accertati alle proprie abitazioni, aziende o esercizi commerciali.- L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha  installato una rete sismica mobile che comprende complessivamente 33 stazioni. Le prime stazioni sono state installate nella stessa giornata del terremoto. Nella giornata successiva altre 17 stazioni sismiche sono state installate nella zona che si trova a Sud-Ovest della sequenza (da Occhiobello a Sant’Agostino) e ad Est (Ostiglia a Mirandola).- La Caritas attiverà a Finale Emilia un centro dove poter coordinare gli aiuti. Intensificata "l’attività di ascolto e accompagnamento delle fasce più deboli e si prevede, come nelle altre emergenze, una presenza a medio-lungo termine" sul posto. Secondo quanto rilevato, le diocesi più colpite risultano Modena, Bologna e Ferrara, con i paesi e le parrocchie nel triangolo di confine tra le tre province. Per sostenere gli interventi in corso la Caritas Italiana ha attivato un conto corrente postale con causale ‘Terremoto Nord Italia 2012’.- Il Dalai Lama, attraverso la sua Fondazione, donerà 50.000 euro. Lo hanno annunciato a Udine gli organizzatori della seconda visita di Tenzin Gyatso, leader spirituale dei buddisti tibetani, nel capoluogo friulano per tre incontri aperti al pubblico.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet