Sisma in Emilia, aggiornamento delle 14.20


29 MAG. 2012 – Una intensa scossa di magnitudo 5.8 ha colpito l’Emilia a distanza di nove giorni dal grosso terremoto del 20 maggio. Finora dieci i morti accertati. Due a Mirandola, tre a San Felice, uno a Concordia, uno a Finale Emilia, uno a Rovereto di Novi, due a Cavezzo.Qui sotto gli aggiornamenti delle ultime ore- Evacuato l’ospedale di Carpi. Verifiche in tutte le strutture ospedaliere per il terremoto in Emilia. E’ stato "evacuato, in via precauzionale, l’Ospedale di Carpi", nel Modenese. I pazienti della Rianimazione saranno ospitati nelle strutture di Parma. Sempre in via precauzionale, sono state effettuate alcune evacuazioni a Reggiolo, Correggio e Cento. Sono in corso il trasferimento a Bologna dei pazienti della residenza sanitaria assistita di Crevalcore (Bologna) e l’evacuazione degli ospiti delle strutture di Concordia e Cavezzo, nel Modenese. – Crolli anche a Mantova. A causa della scossa di terremoto delle 13, a Mantova, è crollato il cupolino del campanile della basilica palatina di Santa Barbara annessa a palazzo Ducale. Dopo la prima forte scossa di questa mattina, la cupola della basilica cinquecentesca era già andata fuori asse. A Mantova si registrano danni al museo Diocesano e a Palazzo Té e in tutto il basso mantovano si registrano danni ad abitazioni e chiese.- Niente amichevole dell’Italia. Un comunicato del Comune di Parma riferisce che Italia-Lussemburgo è stata annullata con "una decisione unanime scaturita dall’incontro che il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha avuto con il vice presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio, Demetrio Albertini e con il presidente della Federazione del Lussemburgo Paul Philipp".- Duemila evacuati a Crevalcore (Bo). Circa duemila persone sono state evacuate dal centro storico di Crevalcore. A dirlo è il prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia, di ritorno dal sopralluogo nel paese al confine con la provincia di Modena, insieme al questore Vincenzo Stingone. "E’ una brutta giornata – ha detto – anche per Bologna, anche se il nostro territorio è stato colpito in maniera inferiore rispetto ai drammi del modenese". In stretto contatto con la protezione civile, Tranfaglia ha spiegato che si sta cercando una soluzione per gli sfollati.- A Bologna situazione tranquilla. "La situazione è continuamente monitorata ed è tranquilla". A rassicurare la popolazione è Matteo Lepore, coordinatore di giunta, che ha spiegato come l’evacuazione del palazzo comunale sia stata ordinata solo "per motivi precauzionali". L’amministrazione, ha proseguito, sta facendo sopralluoghi negli edifici pubblici e nelle scuole, ma per ora non sono emersi problemi.- Gabrielli arriva a Modena. Il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli è arrivato da poco a Marzaglia, alle porte di Modena, per coordinare i soccorsi dopo la scossa di terremoto di questa mattina. Gabrielli è al Centro di coordinamento dei soccorsi della protezione civile provinciale dove è in corso una riunione per fare il punto della situazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet