Sisma, altri tre mesi di Cig per le aziende del reggiano


REGGIO EMILIA, 13 AGO. 2012 – Rinnovo per altri 3 mesi della cassa integrazione, "con modalità snelle e semplificate, in tutte quelle aziende che ancora non sono in grado di riprendere l’attività produttiva" a causa del sisma che ha colpito l’Emilia. E’ quanto stabilito dal Tavolo Provinciale reggiano, istituito il 14 di giugno e riunitosi nei giorni scorsi. Presenti, si legge in una nota, il vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia, Pierluigi Saccardi, rappresentanti della Regione Emilia-Romagna, di Italia Lavoro e delle parti sociali."L’incontro – dichiara il vicepresidente della Provincia – ha permesso, con la sottoscrizione da parte delle istituzioni pubbliche e delle parti sociali, il rinnovo per altri 3 mesi della cassa integrazione, con modalità snelle e semplificate, in tutte quelle aziende che ancora non sono in grado di riprendere l’attività produttiva".Al 30 luglio scorso, viene osservato ancora, le aziende reggiane coinvolte risultavano "160, per un totale di 216 unità produttive e di oltre 3.600 lavoratori e lavoratrici interessate da ammortizzatori sociali: altri elenchi – aggiunge Saccardi – stanno però continuando a pervenire agli uffici della Provincia e, grazie alle procedure semplificate previste dai verbali di accordo sottoscritti, saranno verificate in maniera più rapida e diretta".La situazione riguarda in prevalenza aziende con sedi nei 9 comuni del cosiddetto "cratere ristretto" ed in particolare Reggiolo, Rolo, Correggio, Rio Saliceto, Guastalla, Novellara, Fabbrico e Campagnola.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet