Sisma, accordo dal Tavolo economico regionale


©TrcMODENA, 9 DIC. 2012 – Tutto in un giorno. E per una volta sono solo buone notizie. Tra Roma e Bologna, in meno di 12 ore, si sono sbloccate situazioni che da mesi angustiavano cittadini e imprese della Bassa. Dopo il voto di fiducia di ieri sera, infatti, la Camera ha completato la conversione in legge del decreto 174 che proroga il pagamento delle tasse al 30 giugno 2013 e concede i benefici per le aziende anche ai lavoratori autonomi. Ma la notizia più attesa è arrivata nel pomeriggio dal tavolo economico regionale dove si è raggiunto l’accordo, supportato dalle circolari emesse oggi da Inps, Inail e Agenzia delle Entrate, per scongiurare il rischio di buste paga leggerissime a dicembre. Ma anche sul fronte delle imprese che hanno subito danni indiretti, con calo del fatturato superiore al 30%, c’è l’intesa, suggellata dall’impegno formale di Monti a inserire la misura nella legge di stabilità. Queste imprese potranno accedere ai finanziamenti per pagare tasse, tributi e contributi nei primi sei mesi del 2013, senza incorrere in sanzioni per l’anno in corso. Due misure conquistate grazie alla mobilitazione dei giorni scorsi di associazioni economiche e politici modenesi che per una volta hanno saputo fare squadra. Intanto sempre oggi sono finalmente state definite le norme che regolano la ricostruzione degli edifici più gravemente danneggiati, le E pesanti. Nell’ordinanza 86, il commissario Errani prevede che la richiesta dei contributi debba essere presentata entro il 30 giugno 2013 al sindaco del Comune nel quale è ubicato l’immobile danneggiato. I lavori dovranno essere ultimati entro 36 mesi dalla data di concessione del contributo che sarà erogato dalla banca scelta dal richiedente all’impresa esecutrice e ai tecnici incaricati. L’importo dei contributi varia in base alla gravità del danno, diviso tra significativo, grave e gravissimo e le dimensioni dell’immobile, con incrementi per casi particolari come interesse culturale e efficientamento energetico. Nei rimborsi rientrano anche le pertinenze.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet