SISMA/2 Bper in prima linea nella gestione dei fondi


©TrcMODENA, 15 OTT. 2012 – Un terzo dei finanziamenti che arriveranno per i terremotati saranno gestiti, con molta probabilità, dal gruppo Bper che già dalla prossima settimana inizierà a raccogliere le richieste dei comuni terremotati della bassa. Intanto, fino ad ora, il gruppo bancario ha erogato direttamente fondi per 1 milione e 400 mila euro. Saranno circa 2 miliardi di euro quelli che la banca popolare dell’Emilia Romagna potrebbe distribuire nel territorio colpito dal sisma di maggio a privati ed aziende dei 6 complessivi che saranno stanziati. Già dalla prossima settimana alle banche inizieranno ad arrivare, dai Comuni terremotati, le richieste di finanziamento. Ne ha dato notizia la Bper in occasione della conferenza stampa di presentazione di tutte le iniziative messe in campo nel post terremoto. Intanto però la banca, che a livello provinciale ha il maggior numero di sportelli nelle zone della bassa danneggiata, ha erogato fondi per un milione e 400 mila euro: metà di queste risorse è andata per interventi strutturali e il resto dei fondi è stato distribuito per garantire la ripresa delle attività produttive e per progetti rivolti ai giovani e alla solidarietà. Subito dopo il terremoto la Bper ha messo a disposizione un pacchetto di 200 milioni, ad un tasso dell’1,5% per finanziare le attività più urgenti: 30 milioni sono già stati utilizzati. Oltre a questa opportunità, tanti gli interventi che il gruppo bancario ha messo in campo direttamente o in collaborazione con altre realtà istituzionali, del volontariato e dell’associazionismo, individuati anche grazie ad un sito dedicato alle richieste e ai bisogni di privati ed istituzioni. In particolare sono già stati programmati interventi nelle scuole, palestre e biblioteche dei cinque comuni maggiormanete distrutti dal terremoto per un importo di quasi 500 mila euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet