Silverstone, disastro Ferrari nelle prove


SILVERSTONE (GRAN BRETAGNA), 20 GIU. 2009 – Il giorno dopo la rottura tra la Fia e le principali scuderie del campionato di Fromula 1, i tifosi presenti sugli spalti del circuito di Silverstone, dove domani si correrà il Gp della Gran Bretagna, si schierano compatti al fianco dei team ribelli della Fota. Uno striscione, apparso al termine delle prove libere di questa mattina in tribuna centrale, di fronte ai box, invitava Max Mosley e Bernie Ecclestone a farsi da parte. "Fota rules!", "potere alla Fota", si leggeva sullo striscione appeso in cima alla tribuna. Opposto, invece, il messaggio rivolto ai grandi capi della Formula 1: "Max e Bernie out".Ma malgrado il sostegno dei fan, la giornata della Ferrari ha preso fin da subito una brutta piega. Felipe Massa, è infatti finito fuori dalla top ten delle qualifiche del Gran Premio. Nella seconda manche delle prove ufficiali sul circuito inglese, il brasiliano non è andato oltre l’undicesimo tempo ed è stato eliminato. E domani sarà dunque in undicesima posizione nella griglia di partenza. La sua uscita di scena arriva immediatamente dopo quella di Lewis Hamilton, campione del mondo uscente su McLaren, che partirà addirittura diciannovesimo.A completare il disastro delle Rosse ci ha pensato poco dopo Kimi Raikkonen, che non è andato oltre il nono posto. La pole position del Gran Premio di Inghilterra è stata invece conquistata dal pilota della Red Bull Sebastian Vettel, che ha preceduto la Brawn Gp di Rubens Barrichello. Solo sesta l’altra Brawn Gp del leader del mondiale e pilota di casa Jenson Button.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet