Sidoli (Philip Morris): “Bologna per noi luogo migliore”


“Bologna per noi è l’ambiente migliore per fare un investimento”. Lo sostiene Eugenio Sidoli, presidente della Philip Morris Italia che, nel capoluogo emiliano per un seminario di Confindustria sui rapporti commerciali fra Italia e Usa, ha presentato l’investimento che la multinazionale farà nel Bolognese: un nuovo stabilimento, che costerà 500 milioni e che porterà 600 nuovi posti di lavoro. “Verso fine maggio – ha detto Sidoli – partiranno le prime ruspe e cominceremo a fare le gettate, stiamo valutando la selezione dei partner e contiamo di costruire l’impianto in 18 mesi, essere pronti, cioè per fine 2015-inizio 2016. Philip Morris è a Bologna da 50 anni con uno stabilimento di eccellenza che produce filtri, poi c’è un distretto meccanico all’avanguardia e professionalità di alto livello, per questo Bologna, per noi, è stato individuato come luogo migliore per fare questo investimento”, per il quale era stata prevista anche la Germania. Le aziende, però, per investire in Italia hanno bisogno soprattutto di “prevedibilità”. “I continui cambi di governo – ha detto – rendono difficile prevedere come sarà fatta l’Italia fra tre anni: questo mette ansia nelle aziende che ci sono e fa aspettare quelle che vogliono venire”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet