Sidel, lavoratori in corteo contro il “piano cinese”


PARMA, 19 APR. 2010 – Si delocalizza in Cina e si licenzia a Parma. E’ il sunto del nuovo piano di riorganizzazione della Sidel, azienda leader nel settore dell’imbottigliamento. La casa madre, il colosso svedese Tetra Laval, dice che tra le due cose non vi è relazione, e che, anzi, su Parma sono in programma ingenti investimenti. Difficile però nascondere che a rischio ci sono 99 lavoratori, questo il conteggio degli esuberi stilato dall’azienda. Metà sono operai dei reparti produttivi, l’altra metà impiegati. Oltre che per la perdita dei posti di lavoro, i sindacati sono preoccupati per il futuro di uno dei più grandi stabilimenti metalmeccanici della provincia. Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil insieme alla Rsu di Sidel e Sidel Holding hanno proclamato per domani, martedì 20, una giornata di sciopero e di mobilitazione in vista dell’incontro tra la direzione aziendale e sindacati in programma per giovedì. L’appuntamento è nel piazzale della Pace alle 10, poi partenza con il corteo per sfilare lungo le vie della città. Tappe obbligate la Provincia e il municipio, per concludere successivamente la manifestazione davanti alla sede dell’Unione degli Industriali di Parma.Secondo i sindacati il piano industriale del gruppo Tetra Laval è inaccettabile. "Oltre alla mancanza di una chiara politica di sviluppo per i siti italiani di Sidel e per Parma in particolare – si legge in una nota congiunta – preannuncia un pericoloso sottodimensionamento occupazionale, con frazionamento dei processi produttivi e perdita di competenze nella nuova organizzazione del lavoro e rende concreto il rischio della perdita di know how storico della Simonazzi (ora Sidel), che ha impresso notevole sviluppo al territorio di Parma creando qui uno dei principali distretti dell’imbottigliamento". A rischio c’è anche una parte dell’indotto, vista la "probabile chiusura di Ceva a Sanguinaro con perdita del lavoro anche per altri 20/30 lavoratori non Sidel", spiega sempre il comunicato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet