Sfruttamento di migranti. Pdl e Lega da che parte stanno?


REGGIO EMILIA, 10 MAG. 2011 – Il voto in aula è stato compatto e ha visto insieme i partiti della maggioranza col consigliere del Movimento Cinque Stelle beppegrillo.it. Nello schieramento opposto, deserto da parte di Pdl e Lega, assenti al momento della votazione. "Una evidente contraddizione", scrive Gigliola Venturini del Pd."Non capisco – si legge in una nota firmata dalla consigliera comunale – come un partito che si dice liberista come il Pdl possa non preoccuparsi per un caso di possibile violazione della libera concorrenza, in un mercato in cui rischiano di essere messi in scacco tutti quegli imprenditori onesti che ogni giorno lavorano nel rispetto delle leggi.Altrettanto non comprendo come la Lega, paladina della lotta alla clandestinità, abbia titubanze a schierarsi contro ogni tentativo di sfruttare proprio la condizione di clandestinità di lavoratori, per questo ricattabili, ai quali peraltro la Questura di Reggio Emilia, riconoscendo la congruità delle denunce degli stessi, ha concesso loro un permesso temporaneo, che li rende ora regolari, per il tempo necessario a poter rivendicare i propri diritti in un giusto e regolare processo."

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet