Seta, torna l’utile a bilancio


Torna a sorridere il bilancio di Seta, azienda per il trasporto pubblico di Modena. L’utile arriva con un anno d’anticipo rispetto al piano industriale. Un risultato significativo raggiunto grazie soprattutto alla lotta ai furbetti che non fanno il biglietto. La linea dura contro i portoghesi vale infatti ben 900mila euro. Le sanzioni emesse nel corso del 2013 infatti sono state ben 62mila 750 con un sorprendente +36% rispetto all’anno precedente. Questi i numeri presentati nel bilancio 2013 di Seta approvato oggi dal cda. Dopo aver chiuso con una perdita di circa 3 milioni e mezzo nel 2012, in dodici mesi l’azienda di trasporti ha condotto un prodigioso recupero arrivando a 85mila euro di utile a fine 2013. Un traguardo raggiunto nonostante un leggero calo dei passeggeri:(-4%) su oltre 51milioni. Cresce sensibilmente il valore della produzione 100,3 milioni di euro. Mentre il mol, margino operativo lordo, passa da 2,8 a 3,6 milioni grazie soprattutto alle multe riscosse. Restano invece stabili i chilometri percorsi 29,4 milioni a fronte di una flotta di 867 mezzi in parte rinnovata.
Significativa la quota investimenti 10 milioni e mezzo di euro destinati all’acquisto di 25 nuovi mezzi e tecnologie di bordo come dispositivi di bigliettazione a bordo e video sorveglianza.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet