Seta nel caos: non c’èil budget, azzerato il cda


MODENA, 4 SET. 2012 – Il budget 2012 non ancora definito alla fine di agosto, per via della mancata sottoscrizione dei contratti di servizio nei singoli bacini di utenza. E’ per via di questa situazione di stallo che l’amministratore delegato di Seta Claudio Ferrari ha deciso di gettare la spugna dopo appena otto mesi dalla nascita della società di trasporto pubblico che raggruppa le aziende di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. Con lui si è dimesso anche Laurence Le Blanc, l’altro rappresentante dei soci privati, azzerando così di fatto l’intero consiglio di amministrazione presieduto da Pietro Odorici. Sotto accusa le amministrazioni delle tre città, che secondo Seta non avrebbero rispettato gli impegni presi solo pochi mesi fa. E l’ultimo incontro organizzato da Ferrari per tentare di raggiungere l’accordo sul contratto di servizio è stato proprio con Amo, l’Agenzia per la mobilità di Modena. Cui era stato chiesto di aumentare le tariffe, portando il prezzo del biglietto a bordo a un euro e 50, e di tagliare i chilometri di corse. Malgrado l’azienda locale fosse stata l’unica a chiudere il 2011 in attivo. La speranza è che queste dimissioni sblocchino la situazione. Il caos societario, comunque, non influisce sulle corse degli autobus

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet