Seta, bando del Comune per candidati a presidenza


Il Comune di Modena ha avviato la procedura per la nomina del sindaco Gian Carlo Muzzarelli della persona che sarà designata a essere candidata alla presidenza di Seta spa, la società che gestisce il trasporto pubblico nelle province di Modena, Reggio e Piacenza. Come previsto da una recente delibera di indirizzi del Consiglio comunale, è on line sul sito del Comune (www.comune.modena.it) l’avviso per le candidature che devono essere presentate entro le ore 13 di giovedì 11 giugno. Il candidato designato, qualora nominato dall’Assemblea di coordinamento degli enti locali modenesi, resterà in carica per il periodo stabilito alla sua nomina e comunque non oltre tre esercizi e scadrà alla data dell’Assemblea della società convocata per l’approvazione del bilancio relativo all’ultimo esercizio della sua carica. Il compenso sarà deliberato dall’Assemblea della società.
I candidati, oltre a dover possedere tutti requisiti previsti dalle norme e dallo statuto della spa per ricoprire la carica di amministratore di enti, devono avere i requisiti per l’elezione a consigliere comunale e una “comprovata esperienza tecnica e/o amministrativa, per studi e ricerche compiuti, esperienze maturate, per funzioni svolte presso enti o aziende pubbliche o private, o documentate esperienze di impegno sociale e civile”.

Le proposte di candidatura possono essere presentate dal sindaco e dai consiglieri comunali; dal rettore, dai presidi di facoltà e dai direttori di dipartimento dell’Università; dagli organi direttivi locali degli Ordini o dei Collegi professionali; dagli organi direttivi delle associazioni iscritte all’Elenco comunale delle forme associative, delle organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria. Sono consentite anche le autocandidature che devono avere almeno dieci sostenitori: professori o ricercatori dell’Università; iscritti agli Ordini o Collegi professionali; singoli componenti degli organi direttivi delle associazioni iscritte all’Elenco comunale delle forme associative, delle organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria.

Tutti i candidati devono anche sottoscrivere una dichiarazione d’intenti in cui affermano di conoscere e condividere lo statuto di Seta spa, indirizzi e obiettivi del Piano regionale dei trasporti, il programma di mandato del sindaco e il Patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva di Modena e del suo territorio; così come di considerare come atti fondamentali riferimento per l’attività di propria competenza nella società gli atti di programmazione votati dal Consiglio comunale. Nella dichiarazione d’intenti, inoltre, si afferma di conoscere e condividere gli indirizzi del Consiglio comunale e la programmazione dell’Agenzia per la Mobilità in materia di trasporto pubblico locale e qualificazione della mobilità urbana ed extraurbana; di condividere i principi di buon governo della cosa pubblica cui fa riferimento l’amministrazione comunale, operando costantemente per la legalità, la trasparenza, l’efficienza e la partecipazione democratica; e di condividere la necessità di coordinare e programmare le politiche di tutti gli enti a partecipazione pubblica o privati a controllo pubblico che a vario titolo intervengono sul territorio. Con la dichiarazione d’intenti, infine, i candidati si impegnano a presentare al termine del mandato una relazione sull’attività svolta e di essere disponibili a partecipare, su richiesta del sindaco, a periodici incontri di confronto sull’attività della società con i consiglieri comunali, nelle forme che saranno di volta in volta definite.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet