Servizio Pubblico speciale sulla mafia che cambia


12 APR. 2012 – S’intitola "A un passo dalla verità" lo speciale che Servizio Pubblico dedica a un tema più volte affrontato da Santoro e dalla sua squadra: la trattativa tra Stato e mafia. A 20 anni dagli assassinii di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, quali segreti nascondono ancor oggi i protagonisti di quella stagione? I processi raccontano di trattative e depistaggi, ma le verità giudiziarie sono solo parziali. Nel filmato di 75minuti, documenti emersi tra le migliaia di atti giudiziari delle inchieste sulla strage di via D’Amelio e tre interviste esclusive: la versione integrale dell’intervista di Dina Lauricella ad Angelo Provenzano, il figlio del Boss dei Boss; quella realizzata da Sandro Ruotolo con il collaboratore di giustizia Angelo Siino, il cosiddetto ‘ministro dei lavori pubblici’ di Cosa nostra, che, per primo, a sorpresa, parlò della trattativa con lo Stato prima ancora che se ne ipotizzasse l’esistenza. Infine l’intervista ad un altro collaboratore di giustizia: Francesco Di Carlo, che più volte nelle sue dichiarazioni ha parlato degli interessi della mafia a Milano e di Marcello Dell’Utri.Servizio pubblico propone poi il film di Stefano Maria Bianchi e Alberto Nerazzini ‘La mafia è bianca’. Un racconto sui cambiamenti dell’organizzazione criminale sotto la guida del superlatitante Bernardo Provenzano: un film che pone pesanti interrogativi sull’oscuro intreccio tra Cosa Nostra e la politica e documenta una nuova stagione del potere. Indagini, intercettazioni telefoniche e ambientali, pedinamenti, interrogatori e processi tracciano la trama di una rete datta di boss di Cosa Nostra, potenti uomini politici, imprenditori milionari, pentiti di mafia e medici.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet