Serie A, débacle del Bologna contro il Siena. I tifosi insultano i giocatori


BOLOGNA, 11 APR. 2009 – Circa 200 tifosi, in un clima di tensione, hanno atteso i giocatori del Bologna all’uscita dagli spogliatoi dopo l’1-4 col Siena. Nel giorno in cui doveva fare il passo importante verso la salvezza, la squadra si è infatti sbriciolata. In perenne affanno in difesa, superato regolarmente nella corsa e nei riflessi in ogni zona del campo e si trova ora al terz’ultimo posto in piena zona retrocessione assieme a Lecce e Reggina.La situazione è stata controllata dalla polizia e non ci sono stati incidenti o contatti fisici, ma i calciatori sono dovuti passare tra due ali di contestatori che hanno fatto volare insulti pesanti, soprattutto contro Lanna, Mutarelli e Volpi. Applausi solo per Di Vaio. Mihajlovic, saputo cosa stava succedendo, ha interrotto gli incontri con i giornalisti e attraverso il tunnel dello stadio ha raggiunto i giocatori, affrontando la situazione e fermandosi a parlare con i tifosi. Le grida e la contestazione sono continuate dietro lo striscione "Onora questa maglia", nonostante il faccia a faccia ravvicinato e qualche tentativo di infondere fiducia da parte dell’allenatore ("Facciamo 13-14 punti e ci salviamo"). "E’ tutta colpa mia. I giocatori devono stare tranquilli. E’ un momento di difficoltà e la società faccia ciò che vuole, per me non ci sono problemi", aveva detto Mihajlovic a Sky. Anche con i tifosi, il tecnico si è assunto tutte le colpe e le responsabilità, chiedendo di non attaccare la squadra. Poi, sempre col controllo misurato della polizia, tutto è finito senza altri problemi e Mihajlovic è tornato in sala stampa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet