Sempre più formazione nelle imprese regionali


BOLOGNA, 19 GEN. 2012 – Grazie a Fondimpresa, il fondo interprofessionale per la formazione continua costituito a livello nazionale da Confindustria e Cgil, Cisl e Uil, più di 100 mila lavoratori di circa 2.500 aziende dell’Emilia-Romagna hanno potuto usufruire nel 2011 di quasi due milioni di ore di formazione. I dati, riferiti al 2011, sono stati diffusi a Bologna nell’incontro organizzato sul tema da Orione, l’organismo bilaterale per la formazione rappresentato da Confindustria Emilia-Romagna e sindacati. In regione le imprese aderenti a Fondimpresa sono circa 6.500. Il fondo consente alle aziende e ai lavoratori di usare i soldi da loro accantonati con lo 0,30% del monte salari, e destinarli alla formazione. Finora per questo sono stati mobilitati circa 85 milioni, di cui 25 co-finanziate dalle imprese. Numeri in crescita, visto che nel 2007 erano 7.500 i lavoratori coinvolti nella formazione (contro i 100 mila dell’anno scorso) e 115 mila le ore complessive. Durante l’incontro sono state presentate due indagini: una riguarda la formazione realizzata nel 2009 e 2010 attraverso l’Avviso Fondimpresa 2/2008 che ha coinvolto in tutto 7.833 lavoratori e 355 aziende, pari al +45% imprese rispetto all’anno precedente. Le tematiche più diffuse sono state la sicurezza sul lavoro (24%), lingue (15%) e informatica (13%). L’altra indagine analizza le attività formative realizzate con il Conto formazione in Emilia-Romagna dal 2007 al 2009: sono stati 543 i piani presentati con un aumento continuo nel triennio e un monte ore previsto di circa 550 mila ore. Sicurezza sul lavoro (24,2%), abilità personali (17,2%) e tecniche di produzione (12,0%) sono stati i temi più ‘gettonati’.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet