Sempre più crimini in agricoltura


MODENA, 17 LUG. 2012 – Duecentoquaranta reati al giorno nei confronti degli agricoltori e delle aziende agricole italiane. La criminalità nel settore è in forte crescita e la Cia in un rapporto mette al primo posto i furti di attrezzature seguiti dal racket e dall’abigeato, la sottrazione di animali. Fenomeni un tempo circoscritti nel Sud, ma da cui ora nemmeno l’Emilia Romagna è indenne, anche a livello economico.La nostra regione viene colpita in modo indiretto anche nei suoi prodotti più caratteristici. E in questo quadro, a Modena, si è inserito anche il terremoto. Gli agricoltori della Bassa campeggiano davanti alle loro aziende per non lasciarle incustodite. E si sentono sempre meno sicuri

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet