“Saldi: segnali positivi, ma serve controllo delle regole”


Il 4 gennaio sono partiti i saldi invernali e come ogni anno, viene monitorato l’andamento delle vendite. C’è una ripresa delle vendite che potrebbe dare ossigeno al negozi o una diminuzione? I risultati delle prime due settimane di saldi invernali effettivamente confermano timidi segnali positivi già evidenziati da alcuni studi a livello nazionale. Nel corso di un incontro del comitato direttivo Licom, associazione aderente a Lapam che tutela i commercianti, è emerso che nelle province di Modena e Reggio Emilia i saldi procedono discretamente bene, con alti e bassi, anche se manca la regolarità della vendita. Oltre ad essere state penalizzate dall’ulteriore aumento di un punto percentuale dell’IVA, le vendite del settore del commercio, soprattutto abbigliamento e calzature, sono state influenzate negativamente dal clima: le bizzarrie del meteo non hanno aiutato i negozi, alle prese non solo con le difficoltà legate al calo dei consumi e alla recessione ma anche con temperature che di certo non invogliano a comprare pullover, piumini o altri capi invernali.

 

Licom ha sottolineato anche come i saldi non dovrebbero essere così anticipati, poichè nascono abitudini e forme di vendita che eludono anche le regole. Molte promozioni partono da ottobre e arrivano a dicembre, condizionando negativamente i saldi. C’è poi chi parte con i saldi prima della data stabilita con provvedimento regionale o chi ribassa la merce subito del 50% quando invece sarebbe opportuno arrivare anche al 60% ma gradualmente.

 

“E’ fondamentale l’uniformità dei saldi e delle promozioni in tutta Italia – ha commentato la presidente Licom, Rita Cavalieri -e dare il via a una campagna di sensibilizzazione a favore dei controlli verso chi non rispetta le regole. Il rispetto delle norme lo richiedono gli stessi negozianti, altrimenti è una subdola concorrenza fra di loro. Ma è anche una tutela per i consumatori, perché così non sono soggetti a possibile truffe”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet