Sedie artigiane emiliano romagnole ad Expo 2015


La creatività dei giovani designer e l’abilità degli artigiani emiliano-romagnoli alla prova di Expo 2015. E’ stato presentato ieri “100 different copies”, concorso internazionale dedicato ai designer under 35 ai quali viene chiesto di progettare una seduta originale in legno per il Ristorante del Padiglione della Società Civile di Expo 2015, Cascina Triulza. Il progetto vincitore della call, che riceverà un premio di 3.000 euro, sarà realizzato in “100 different copies”, ovvero in 100 pezzi unici riconducibili ad un unico modello, dagli artigiani dell’Emilia Romagna. Partner di questo progetto lanciato da Fondazione Triulza (network di organizzazioni del terzo settore) sono Cna Emilia Romagna e Slow/d, prima piattaforma web per artigiani e product designer, con sede societaria a Modena.

“Abbiamo partecipato a questo evento – spiega Paolo Govoni, Presidente Cna Emilia Romagna – perché vogliamo portare ad Expo la qualità e l’originalità dell’artigianato emiliano romagnolo specializzato nel ‘fatto a mano’, quella eccellenza produttiva che è in grado di combinare tradizione ed innovazione. Ma questa iniziativa ci consente anche di promuovere l’Expo 2015 tra le imprese dell’Emilia Romagna, perché l’esposizione universale avrà un grande impatto economico e di immagine per la nostra regione e le sue aziende”.
“I meccanismi di intelligenza collettiva possono elevare e coalizzare ‘i piccoli’ per costruire grandi progetti, e questa iniziativa ne è una prova – commenta Andrea Cattabriga, co-fondatore e CEO di Slow/d -. Portiamo dentro Expo un messaggio fondamentale: fare design è progettare sistemi e relazioni di valore per la società, prima ancora che prodotti. L’innovazione parte dalle persone”.

La call internazionale verrà gestita da Slow/d attraverso la sua piattaforma e con il coinvolgimento della sua rete di designer e produttori. Dal 20 al 31 gennaio sarà possibile caricare le proposte sul sito www.slowd.it e la comunicazione del vincitore avverrà entro l’8 febbraio 2015. I 100 pezzi verranno realizzati dagli artigiani emiliano romagnoli tra marzo e aprile 2015. Della giuria per l’assegnazione del premio faranno parte, tra gli altri, Andrea Cattabriga e Sebastiano Longaretti di Slow/d, Alessandro Battaglia, referente settore legno Cna Emilia Romagna.

Obiettivo della call non è solo ideare una parte importante dell’arredamento per gli spazi di Cascina Triulza, ma anche raccontare la ricchezza che deriva dalla collaborazione fra designer e artigiani. Per sensibilizzare sui temi della condivisione, il progetto verrà rilasciato con licenza open source, rendendo possibile a chiunque la riproduzione libera del prodotto e contemporaneamente la compensazione economica per il designer attraverso download a pagamento del progetto oppure al momento dell’ordine di un pezzo che verrà prodotto dagli stessi artigiani attraverso la piattaforma Slow/d.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet